linkedinPx

Un Fisco bastone e carota

Un Fisco bastone e carota

Un Fisco bastone e carota
UN FISCO BASTONE E CAROTA
 
Un fisco bastone e carota: da un lato la flat tax per i nuovi minimi, la super IRES per chi investe e la pace fiscale; dall’altro una revisione delle misure legate ai reati tributari per chi elude o evade.
La vera lotta all’evasione passa dalle banche dati del fisco. Prima ancora che come strumento di repressione delle frodi, l’incrocio dei dati presenti negli innumerevoli database dell’amministrazione finanziaria è il modo più incisivo per stimolare la compliance.
A finire nella lista degli osservati speciali saranno quelle imprese che, pur non avendo presentato le dichiarazioni Redditi e/o Iva per l’anno 2016, o le hanno trasmesse senza indicare dati significativi, hanno in realtà ricevuto accrediti sui propri conti per lo stesso anno.
Dopodiché l’iter di controllo sarà il medesimo già testato sulle altre fattispecie: invio dell’alert preventivo, attesa dell’autocorrezione del destinatario e, in caso di inerzia, avvio della fase di accertamento vera e propria.
L’obiettivo dell’Agenzia è di mettere a regime un metodo di selezione analogo anche con riferimento alla più ampia platea delle persone fisiche, tra la fine di quest’anno e i primi mesi del 2019.

*****


Sul capitolo pace fiscale le bozze della Nadef fissano l’asticella delle vertenze con il fisco sanabili a 100 mila euro, una cifra molto più bassa del milione di euro circolato nelle indiscrezioni delle scorse settimane.
Un accordo tra le diverse anime della maggioranza alla fine potrebbe essere individuato in 500 mila euro per la parte che riguarda le percentuali di abbattimento automatico.
«Per gli importi superiori», conferma il numero 2 di via XX Settembre, Massimo Garavaglia, quindi, nell’ipotesi del concordato di massa, «si potrà fare un ragionamento uno a uno (il contribuente va dall’ufficiale del fisco e insieme individuano l’adeguata modalità di tassazione, ndr).

08 ottobre 2018

numero-verde-mobile