linkedinPx

Modello 231: nuove linee guida dell’Anac per società ed enti controllati e partecipati dalle PA

Modello 231: nuove linee guida dell’Anac per società ed enti controllati e partecipati dalle PA

 
L’ANAC (i.e. “Autorità Nazionale Anti-Corruzione”) ha pubblicato le nuove Linee Guida per rafforzare la propria vigilanza sugli obblighi di trasparenza e prevenzione della corruzione imposti alle società ed agli enti di diritto privato controllati e partecipati dalla Pubblica Amministrazione ed dagli enti pubblici economici.
Dopo l’entrata in vigore della disciplina che regolamenta l’accesso da parte dei cittadini agli atti amministrativi della Pubblica Amministrazione (i.e. FOIA, “Freedom of Information Act”), l’Anac ha definito, infatti, tre ambiti di applicazione delle nuove regole:


  1. Amministrazioni pubbliche;

  2. Soggetti che svolgono attività di pubblico interesse, ma non assimilabili alla Pubblica Amministrazione.

  3. Società ed enti controllati;


In particolare, per quanto concerne le società e gli enti controllati di cui al punto 3), si raccomanda l’adozione e l’implementazione del Modello di Organizzazione e Controllo ex D. Lgs. n. 231/2001.
Per le società che non intenderanno adottare  tale modello ne è richiesta la motivazione: l’ANAC vigilerà, infatti, sulla adozione delle in materia di prevenzione della corruzione in relazione alle funzioni e alla tipologia di organizzazione.
L’Autorità consentirà, ove esistano obiettive difficoltà organizzative, la scelta di distinguere il RPCT (i.e. “Responsabile della Prevenzione della Corruzione e Trasparenza”) nelle due figure: RPC (i.e. “Responsabile della Prevenzione della Corruzione”) e RT (i.e. “Responsabile della Trasparenza”).
Per quanto riguarda l’OdV (i.e. “Organismo di Vigilanza”), l’ANAC ha respinto l’inclusione dell’ RPCT nell’OdV, anche nel caso in cui quest’ultimo sia collegiale, per le differenti funzioni che devono svolgere le due figure.
Nelle società, come negli enti pubblici, sarebbe tuttavia opportuno prevedere al proprio interno un soggetto equivalente all’OIV (i.e. “Organismo Interno di Valutazione”).
Infine, relativamente  ai termini per l’adozione di tali adempimenti, la scadenze è attualmente prevista al prossimo 31 gennaio 2018.
Cosa pensi delle nuove linee guide dell'Authority in tema di trasparenza e prevenzione della corruzione?
Lasciare qui la tua opinione o scrivila sulla nostra pagina linkedin.

24 novembre 2017

numero-verde-mobile