linkedinPx Danno all’immagine per la società inserita per errore nella centrale rischi - Noverim

Danno all’immagine per la società inserita per errore nella centrale rischi

Danno all’immagine per la società inserita per errore nella centrale rischi

La Cassazione riconosce il risarcimento del danno per lesione al diritto all’immagine, identificando la lesione della reputazione con l’effettiva diffusione della notizia screditante.
Questo è quanto emerge dalla sentenza n. 16659/2017 della Corte di Cassazione.
Nel caso in specie l’azienda lamentava di essere stata inserita nella centrale rischi di una banca dati privata (Assilea), in conseguenza all’erronea segnalazione circa la rilevazione di canoni insoluti a suo carico. La società ha quindi deciso di portare davanti alle autorità il proprio caso al fine di richiedere un risarcimento del danno non patrimoniale di lesione al diritto di immagine.
Dopo essere passata dai tre gradi di giudizio, la Corte di Cassazione ha rilevato gli effetti pregiudizievoli di natura non patrimoniale prodotti dalla condotta della banca.
Si tratta di una vittoria per la società che, dopo aver pagato in prima persona la “ridotta affidabilità” a suo danno, è riuscita ad avere la meglio sulla banca, creando ora un precedente giurisprudenziale in materia.
Cosa ne pensi di questa sentenza? Esprimi la tua opinione.

03 agosto 2017

numero-verde-mobile