linkedinPx
 COVID-19: LE OPPORTUNITÀ PER GLI IMPRENDITORI

COVID-19: LE OPPORTUNITÀ PER GLI IMPRENDITORI

COVID-19: LE OPPORTUNITÀ PER GLI IMPRENDITORI

 

L’attuale situazione sanitaria internazionale generata dalla pandemia di Covid-19 ha ricadute molto evidenti non solo nell’ambito della tutela della salute, “fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività” (art. 32 della Costituzione), ma anche in tutti i settori della vita sociale ed economica.

Le soluzioni emergenziali che gli individui e le aziende hanno dovuto attuare per fronteggiare una situazione – per l’appunto – emergenziale, se da un lato minano la sicurezza e contribuiscono enormemente a creare incertezza economica, danno anche una chiara visione di quelle che saranno le strategie di business e di “fare impresa” che gli imprenditori dovranno necessariamente adottare per il prossimo futuro.

In un mondo sempre più popolato in cui è sempre più economico spostarsi da un capo all’altro del mondo, è facile prevedere un futuro in cui le pandemie mondiali saranno, se non la normalità, molto frequenti e metteranno a dura prova sempre più spesso tutta la società.

All’occhio – tipicamente “più” attento – dell’imprenditore, questa situazione DEVE rappresentare un’opportunità da sfruttare, superando i classici paradigmi dell’organizzazione delle imprese, abbracciando quello che – di fatto – gran parte delle aziende italiane stanno già facendo in modo più o meno raffazzonato.

È indubbio che l’emergenza epidemiologica abbia portato a grandi carenze di liquidità, prevalentemente per le imprese di medie e piccole dimensioni, con conseguenti difficoltà ad onorare gli impegni assunti, ma ha permesso anche all’imprenditore di convincersi del fatto che le tecnologie di oggi possono aiutarlo concretamente nella continuità aziendale, tema fondamentale in ambito di gestione e di redazione dei bilanci.

Infatti, è proprio attraverso la digitalizzazione che l’Italia non si è fermata del tutto.

Smart working, cloud computing e, in generale, tutta la digitalizzazione sono realtà già operative che consentono alle aziende di ottimizzare costi e produttività e contemporaneamente rendersi più attrattive nei confronti di investitori e azionisti.

Per esempio, dare la possibilità a dipendenti di gestire il proprio tempo autonomamente tramite smart-working, lasciando un maggior spazio decisionale in merito alla loro alternanza vita privata / lavoro, ha come risultato una maggiore produttività, efficienza ed engagement.

Al contempo, è indubbio che il lavoro “agile” favorisca anche comportamenti opportunistici da parte di alcuni soggetti ed è per questo che la sua adozione andrebbe regolarizzata da una pianificazione puntuale e un efficace sistema di supervisione e controllo, comunque anch’esso automatizzabile tramite software.

Inoltre, imprese che sono in crescita occupazionale non dovrebbero più preoccuparsi dello spazio fisico da impiegare: quanti spazi e costi importanti (locazione, climatizzazione, pulizia, allestimento…) potrebbero essere risparmiati adottando un serio piano di smart working?

Insomma, quali sono le opportunità / necessità dell’imprenditore nel presente e nel prossimo futuro?

Ricordandosi sempre che il tema della continuità aziendale riveste un ruolo centrale, sarà necessario perseguire l’efficienza, l’ottimizzazione delle risorse e la razionalizzazione dei costi senza necessariamente tagliare indiscriminato le risorse o gli investimenti, ma, al contrario, digitalizzando i processi (non solo in termini di gestione del personale) per cogliere i benefici derivanti dalla semplificazione che portano, introducendo strumenti innovativi, intelligenza artificiale ma anche tramite il semplice smart-working.

Nulla potrà mai sostituire il confronto diretto, un caffè con i colleghi e una stretta di mano con il cliente, ma specialmente alla luce delle incertezze sui tempi e sulle modalità di uscita dall’emergenza sanitaria in atto, forse varrebbe davvero la pena adottare tutte quelle digitalizzazioni ampiamente collaudate per cogliere tutte le opportunità e i benefici che le stesse portano anche all’interno delle PMI, cuore pulsante del nostro Bel Paese.

A cura di Dott. Marco Frascaroli

30 aprile 2020

numero-verde-mobile